Il tuo impianto solare in soli sette passaggi

Gli impianti fotovoltaici e gli impianti solari termici, che permettono di ricavare elettricità e calore dall’energia solare, sono tecnologie collaudate, consolidate e proiettate al futuro.

image
Contenuto

Cosa c'è da sapere

80 %

Un impianto fotovoltaico, installato su una superficie di circa 20 m2 di un tetto, riesce a coprire, in media, l’80 % del fabbisogno di elettricità di una famiglia di quattro persone che abita in una casa unifamiliare.


4 m2

Quattro m2 di collettori solari, combinati con un serbatoio d’accumulo dell’acqua calda, permettono di coprire oltre la metà del fabbisogno annuo di acqua calda di una famiglia di quattro persone.


Cosa posso fare

L’installazione di impianti fotovoltaici e solari termici è semplice, sussidiata tramite incentivi e contribuisce in modo importante al futuro energetico. Qui trovi la procedura per installare, in tempi brevi e senza complicazioni, il tuo impianto solare.

Sul sito www.tettosolare.ch o www.facciatasolare.ch puoi scoprire se il tetto o la facciata della tua casa sono adatti per sfruttare l’energia solare e quanta elettricità o calore potresti produrre installando un impianto solare.

Per «consumo proprio» si intende il consumo diretto dell’elettricità prodotta da un impianto solare installato sul tetto o sulla facciata della propria casa, senza immettere l’elettricità nella rete elettrica. Il consumo in proprio conviene perché l’elettricità autoprodotta in questo modo costa meno rispetto all’elettricità fornita dalla rete, soprattutto per le economie domestiche private.

Il consumo di elettricità di un’economia domestica dipende dalla presenza di «grandi consumatori di energia», il cui consumo può essere, almeno in parte, regolato. Rientrano in questa categoria, ad esempio, le pompe di calore, gli scaldaacqua e le auto elettriche. Se questi apparecchi usano l’elettricità soprattutto quando splende il sole si può aumentare la quota di consumo proprio anche se durante il giorno non c’è nessuno in casa. Per saperne di più sul consumo proprio in relazione agli impianti solari consulta la pagina Consumo proprio.

Il Calcolatore solare consente di calcolare approssimativamente la produzione di energia, il costo totale e il tempo necessario per ammortizzare i costi d’investimento di un impianto solare realizzato in base alle proprie esigenze.

Contatta diverse aziende attive nel settore dell’energia solare e fissa un appuntamento. In questo contesto è molto importante porre le domande giuste. Per poterti preparare all’incontro con gli installatori abbiamo allestito un elenco delle domande principali.

background image
pdf

Elenco delle domande per l’installatore solare...

2018-09-27
DEFRIT

Richiedi un preventivo a tre aziende. Puoi trovare una lista degli installatori qualificati sul sito  www.solarprofis.ch, gestito dall’associazione di categoria Swissolar.

Approfitta del nostro servizio di confronto delle offerte per impianti solari «Check-preventivo-solare»: trasmetti ai nostri esperti una copia completa delle tre offerte. Nota bene: se mancano documenti la valutazione potrebbe essere compromessa.

Se hai altre domande non esitare a contattare gli esperti di SvizzeraEnergia. Il nostro servizio di consulenza è gratuito e ti garantiamo una risposta entro dieci giorni lavorativi.

Non è necessaria una licenza edilizia per installare impianti solari al di fuori delle zone protette e se l’impianto è sufficientemente adattato alla superficie del tetto. Tuttavia dovrai annunciare la posa dell’impianto alle autorità prima dell’inizio dei lavori. Per l’installazione di impianti solari su monumenti storici e siti naturali di importanza cantonale o nazionale è invece sempre richiesta la licenza edilizia. La Guida pratica per la procedura di annuncio o autorizzazione di impianti solari le dà tutte le informazioni di cui ha bisogno.

Segnala il tuo progetto alle autorità comunali: è sufficiente inoltrare una comunicazione al Municipio del tuo Comune. Alcuni Comuni mettono a disposizione della popolazione un apposito formulario. Ti consigliamo di informarti direttamente presso il tuo Comune per saperne di più. Se il tuo Comune non dispone di un formulario standard per la posa di impianti solari puoi usare  la lettera di notifica comunale di SvizzeraEnergia. Segnala il tuo progetto al Cantone: i requisiti relativi alla notifica alle autorità cantonali sono disciplinati diversamente nei diversi Cantoni. Alcuni Cantoni, ad esempio, richiedono uno schizzo dell’impianto, altri delle fotografie o una planimetria.

Segnala il tuo progetto all’assicurazione: notifica il tuo impianto presso l’assicurazione stabili cantonale prima dell’inizio dei lavori per beneficiare della copertura assicurativa già durante la fase di costruzione.

Il tuo installatore, un professionista del solare trasmetterà gli altri documenti necessari, ad esempio la domanda di allacciamento e la domanda di approvazione dei piani dell’Ispettorato federale degli impianti a corrente forte ESTI.

Pronovo SA è l’ente di certificazione accreditato per la registrazione delle garanzie di origine e la gestione dei programmi federali d’incentivazione delle energie rinnovabili. Contatta Pronovo per richiedere gli incentivi.

Nel caso di impianti solari termici la richiesta di incentivi deve essere presentata al Cantone e approvata da quest’ultimo prima dell’inizio dei lavori. L’incentivazione si basa sul sistema di gestione della qualità «QM calore solare» che esige l’allestimento di una validazione (Garanzia di Prestazione Validata – GPV) e di un controllo attivo (sorveglianza) dell’impianto. Si noti che il modulo precedente «Collettori solari - Garanzia di prestazione» non è più sufficiente per ottenere sovvenzioni. Quasi tutti i Cantoni esigono la GPV quale condizione per la concessione degli aiuti finanziari: Calcolatore-GPV (qm-solar.ch).

Franchienergiatiene un elenco aggiornato dei sussidi disponibili in ogni Cantone.

La progettazione e l’installazione di un impianto solare in una casa unifamiliare può essere effettuata in dodici giorni lavorativi, se il tuo installatore ha la disponibilità necessaria ed è ben organizzato.

Circa tre anni dopo la messa in servizio ti consigliamo di sottoporre il tuo impianto a un controllo per verificarne il buon funzionamento. Il nostro partner SSES (Associazione svizzera per l’energia solare) propone controlli di qualità effettuati da professionisti indipendenti.

Il nostro partner Swissolar (Associazione svizzera dei professionisti dell’energia solare) offre un servizio di mediazione che interviene in caso di contrasti tra committente e fornitore/installatore Professionista del solare®.

Tool e calcolatori

Con i seguenti strumenti e calcolatori puoi calcolare approssimativamente la produzione energetica, il costo totale, i tempi d’ammortamento e trovare gli incentivi disponibili per il tuo impianto solare. Il check-preventivo-solare permette di far confrontare e valutare gratuitamente da esperti di SvizzeraEnergia i preventivi per impianti solari.

Calcolatore solare: calcolatore dei costi e benefici del tuo impianto solare

Calcola la produzione e i costi di un impianto solare

Calcolatore dei costi di riscaldamento

Calcola quale sistema di riscaldamento emette quanta CO2 e quanto costa.
Visualizza altri tool

Domande frequenti

Sì. La combinazione di impianti fotovoltaici e pompe di calore presenta il grande vantaggio di poter utilizzare e immagazzinare in modo ottimale l’energia solare prodotta. Dal punto di vista economico conviene consumare quanto più possibile in proprio l’energia solare. In tal modo è possibile risparmiare sui costi della rete elettrica. La pompa di calore può essere impostata in modo da consumare l’elettricità e immagazzinarla sotto forma di calore nell’acqua calda sanitaria o nell’edificio stesso proprio quando il sole splende più forte. In tal modo potrai risparmiare sui costi e sgravare la rete elettrica.

Esistono vari programmi di incentivazione per i sistemi di riscaldamento a energia rinnovabile, ad esempio da parte dei Cantoni, di Energia 360°, Energia Futuro Svizzera o di myclimate. Trovi una panoramica di tutti i programmi di incentivazione esistenti nel tuo Comune sul sito Promozione di misure. Inoltre nella maggior parte dei Cantoni esistono Prima consulenzagratuite o a tariffe agevolate: nel corso di un sopralluogo una persona esperta ti consiglia su come sostituire il tuo impianto di riscaldamento a energia fossile, fornendoti anche informazioni sui vari programmi di incentivazione.

Il fabbisogno di acqua calda sanitaria in bagno e in cucina è pressoché costante in tutto l’arco dell’anno. Con un piccolo impianto solare è possibile ricavare dall’energia del sole il calore necessario per produrre gran parte dell’acqua calda sanitaria. D’estate l’impianto copre quasi l’intero fabbisogno, d’inverno solo una piccola parte. Con impianti un po’ più grandi è anche possibile riscaldare la casa con l’energia solare termica: d’inverno contribuisce solo in minima parte alla produzione di acqua calda sanitaria e al riscaldamento, mentre in autunno e in primavera vi contribuisce in misura maggiore e d’estate copre l’intero fabbisogno di acqua calda sanitaria. Chi abita in una vecchia casa con un impianto di riscaldamento a gas o a gasolio, ad esempio, può ridurre il consumo di combustibile generalmente del 20-30%, mentre nelle nuove costruzioni il risparmio può salire anche al 50%.

Gli impianti fotovoltaici più diffusi sono fatti principalmente di vetro, alluminio, silicio e materie plastiche, la cui disponibilità è indiscutibilmente elevata. Tra i suoi componenti vi è anche l’argento, un metallo che invece è disponibile solo in misura limitata. Pertanto sono allo studio soluzioni volte a ridurre il consumo di argento o per sostituirlo interamente con il rame, che è disponibile in grandi quantità ed è riciclabile al 100%. Così la percentuale di argento negli impianti fotovoltaici è diminuita di quasi cinque volte e la tendenza è in ulteriore calo. Stando alle attuali ricerche e in considerazione delle prime startup, si può presupporre che in futuro gli impianti fotovoltaici saranno del tutto privi di argento e potranno pertanto essere fabbricati senza materie prime disponibili in misura limitata.

Per una famiglia di quattro persone con un consumo annuo di elettricità di 4500 kWh (4,5 Mwh) e un impianto fotovoltaico con una potenza compresa tra 3 e 6 kWp, è adatto un accumulatore a batteria con una capacità di accumulo da 4 a 6 kWh (dimensioni approssimative di un piccolo frigorifero). Esso permette di aumentare il consumo proprio dal 30 al 70%.

I prezzi correnti degli accumulatori per una casa unifamiliare, considerando la durata di vita, comportano costi di accumulo da circa 7 a 65 ct./kWh nel caso di accumulatori a ioni di litio e costi più elevati nel caso di batterie al piombo. A questi si aggiunge il valore dell’elettricità solare, di circa 7 ct. (ovvero il prezzo che si otterrebbe per l’immissione dell’elettricità prodotta nella rete elettrica). Ciò significa che l’elettricità prelevata di sera dall’accumulatore costa dai 14 ai 72 ct./kWh. Le soluzioni con accumulatore non sono quindi ancora economiche o appena al limite dell’economicità. Tuttavia, nei prossimi anni questo potrebbe cambiare grazie alle ulteriori riduzioni dei prezzi degli accumulatori.

Visualizza altre domande e risposte

Hai altre domande?

Contatta i nostri specialisti dell’energia

e-mail0848 444 444

Sostituire il riscaldamento – proteggere il clima

Riscaldare con energie rinnovabili svizzere. Per il bene della natura.
calore rinnovabile

Materiale informativo e documenti

background image
pdf

L’energia solare nella legge sulla pianificazione del territorio (LPT)...

2021-08-01
background image
pdf

Check-preventivo-solare - Solare Fotovoltaico - Criteri della valutazione...

2021-07-01
background image
pdf

Pronti per il cambiamento climatico? Raccomandazioni per i committenti...

2021-07-01
background image
pdf

Progetti vincitori della messa a concorso edifici 2019...

2019-07-01
Visualizza altri documenti
Efficienza energetica

Lingue
Socialmedia
bundesbanner it