Diverse tecnologie di trazione a confronto

Ibrido ricaricabile, range extender o celle a combustibile: non è facile orientarsi nell’universo dei motori delle automobili moderne. Passiamo in rassegna le diverse tecnologie di trazione esistenti.

image
Contenuto

Cosa c'è da sapere

130 anni

I motori a benzina esistono fin dagli esordi dell’industria automobilistica, circa 130 anni fa.


20° secolo

I primi motori elettrici sono stati montati sulle automobili già all’inizio del 20° secolo.


1997

Nel 1997 è stata lanciata sul mercato la prima Prius ibrida.


140 stazioni di servizio

per il rifornimento di veicoli a gas naturale in Svizzera.


Cosa posso fare

Non importa che sistema di trazione ha la tua automobile: segui i nostri consigli per una guida all’insegna dell’efficienza energetica.

Adottando la giusta condotta di guida potrai aumentare l’autonomia della tua auto. I consigli di EcoDriveti mostrano come guidare in sicurezza senza essere per forza più lento.

L’etichetta energia ti aiuta a fare la scelta giusta, informandoti in modo semplice e diretto sul consumo, sulle emissioni di CO2 e sull’efficienza energetica dell’auto.

Consultando il Catalogo dei consumi di SvizzeraEnergia e TCS otterrai una panoramica di tutti i modelli di tutte le marche. Puoi filtrare il catalogo in base a criteri come la marca automobilistica, le emissioni di CO2 o la categoria di efficienza energetica. Puoi anche far calcolare i costi d’esercizio per ogni modello che ti interessa.

Domande frequenti

Uno studio pubblicato nel 2020 dall’Istituto Paul Scherrer ha esaminato gli impatti ambientali delle diverse tecnologie di propulsione disponibili per le automobili. Lo studio è stato condotto sulla base di ecobilanci, nei quali si considera l’intero ciclo di vita delle auto, ossia la produzione, l’utilizzo e lo smaltimento, inclusa la messa a disposizione dei carburanti benzina, gasolio, metano, elettricità e idrogeno (H2). Dopo 200 000 chilometri percorsi, il bilancio è risultato chiaro: le auto elettriche causano complessivamente le emissioni di CO2 più basse, seguite a ruota dalle auto a celle a combustibile alimentate a idrogeno. Seguono poi le auto a gas naturale, a gasolio e infine quelle a benzina. 

L’origine dell’elettricità gioca un ruolo importante nel bilancio di CO2 delle auto elettriche. Le emissioni più basse di CO2 si ottengono se l’elettricità viene ricavata da energia solare. Ma anche il mix elettrico svizzero, composto per quasi due terzi da elettricità prodotta da centrali idroelettriche, è ideale per sfruttare il potenziale della mobilità elettrica. Un’auto elettrica ricaricata con il mix elettrico svizzero avrà compensato le maggiori emissioni di gas a effetto serra derivanti dalla sua produzione già dopo aver percorso 30 000 chilometri. Una panoramica di tutte le tecnologie di propulsione comprensiva dei relativi modelli di auto si trova sulla pagina Tecnologie di trazione.

Fonte: Istituto Paul Scherrer (PSI).

L’autonomia delle moderne auto elettriche varia, a seconda del modello e della capacità della batteria, tra i 200 e i 600 km. Ad ogni modo, l’autonomia dipende anche dalle condizioni meteo, dalla topografia, dallo stile di guida e dal peso dell’auto. Il tragitto medio casa-lavoro in Svizzera è di 30-40 km. Già oggi le autonomie delle auto elettriche sono dunque più che sufficienti per soddisfare la maggior parte delle esigenze di tutti i giorni.

Nel 2012 la Svizzera ha introdotto, analogamente all’Unione europea, delle prescrizioni sulle emissioni di CO2 per le automobili nuove. In virtù di tale normativa, gli importatori svizzeri sono tenuti a ridurre le emissioni di CO2 delle automobili immatricolate per la prima volta in Svizzera. Concretamente, l’obiettivo era quello di ridurre le emissioni di CO2 entro il 2015 mediamente a 130 g/km ed entro la fine del 2020 a 95 g/km. A partire dal 2020 sono inoltre in vigore le prescrizioni sulle emissioni di CO2 per autofurgoni e trattori a sella leggeri. Gli importatori di autofurgoni e trattori a sella leggeri sono stati obbligati a ridurre le emissioni di CO2 della propria flotta veicolare mediamente a 147 g/km.      

Dal 2021, tenendo conto della procedura di prova WLTP più realistica, questi valori target sono pari a 118 g/km per le automobili nuove e a 186 g/km per i trattori a sella leggeri. 

Sulla base di questi valori target la flotta di ogni importatore dovrà rispettare i propri obiettivi. Se si supereranno tali valori, si applicherà una sanzione.

Oltre alle informazioni di base sul veicolo, l’etichetta energia contiene i seguenti dati:

  • consumo di carburante in litri o kWh per 100 chilometri

  • emissioni di CO2 espresse in grammi al chilometro (in relazione all’obiettivo di tutti i veicoli nuovi venduti)

  • categoria di efficienza energetica da A a G

Altre informazioni in merito all’etichetta energia e all’attuale offerta di mercato si trovano nel Catalogo dei consumidi SvizzeraEnergia e TCS.

L’etichetta pneumatici fornisce informazioni in merito ai fattori di seguito elencati.

  • Resistenza al rotolamento: minore è la resistenza al rotolamento, più bassi saranno il consumo di carburante e le emissioni di CO2. Il livello di efficienza è indicato in una scala da A a G, dove A esprime la prestazione migliore e G quella peggiore. Scegliendo un pneumatico della classe di efficienza energetica immediatamente superiore, ad es. B anziché C, il consumo di carburante della tua auto si ridurrà di fino a 0,1 l/100 km. 

  • Aderenza sul bagnato: l’aderenza sul bagnato di un pneumatico è un fattore cruciale per la sicurezza. Il divario tra classe massima e minima è notevole. A una velocità di 80 km/h lo spazio di frenata può ridursi fino a un massimo di 18 metri a seconda del tipo di veicolo.

  • Rumorosità di rotolamento: la rumorosità di rotolamento dei pneumatici è raffigurata da una, due o tre onde sonore ed è espressa in decibel (dB). Usando pneumatici silenziosi è possibile dimezzare le emissioni sonore.

Tutte le basi legali e altre informazioni complementari si trovano sul sito web dell’Ufficio federale dell’energia.

Visualizza altre domande e risposte

Hai altre domande?

Contatta i nostri specialisti dell’energia

e-mail0848 444 444

Materiale informativo e documenti

background image
pdf

Veicoli a basso consumo energetico - Tendenze di mercato 2021...

2021-05-11
DEFRIT
background image
pdf

Veicoli a basso consumo energetico - Tendenze di mercato 2020...

2020-09-21
background image
pdf

Impatti ambientali delle automobili - oggi e domani...

2020-02-26
background image
pdf

Etichetta pneumatici...

2014-10-13
Visualizza altri documenti
Efficienza energetica

Lingue
Socialmedia
bundesbanner it