Tendenze nel mercato del solare

{{translation.caption}}:


Il mercato del fotovoltaico si è fortemente evoluto. Nel periodo compreso tra il 2009 e il 2014 la potenza totale installata è cresciuta ogni anno di oltre il 50%. Nello stesso periodo i prezzi sono invece diminuiti enormemente, passando da quasi 5000 CHF/kWp a 1600 CHF/kWp.

Alla fine del 2014 erano in funzione in Svizzera circa 47 000 impianti con una potenza installata di 1100 MW. La produzione cumulata di tali impianti ha permesso di approvvigionare di energia elettrica 210 000 economie domestiche svizzere.

Nel periodo compreso tra il 2004 e il 2009 il mercato del solare termico ha fatto registrare una forte crescita (+38%). Da allora è in lieve flessione.

 

Nel 2014 la Svizzera contava 150 000 impianti solari termici con una potenza totale installata di 1100 MW. Nel solo anno scorso sono stati installati 10 000 nuovi impianti. La produzione cumulata degli impianti solari termici ha permesso di approvvigionare di acqua calda sanitaria 150 000 economie domestiche svizzere.

Tendenze nel mercato del solare: il fotovoltaico

  • Le prescrizioni di legge promuovono l’energia solare. Il Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni (MoPEC 2014) rende obbligatoria l’installazione di una superficie fotovoltaica minima nelle nuove costruzioni. È prevista inoltre una percentuale minima di energia rinnovabile anche in caso di risanamento dell’impianto di produzione del calore. Queste prescrizioni entreranno in vigore nelle leggi cantonali tra il 2016 e il 2020.
  • Nel caso di impianti fotovoltaici di piccole dimensioni (fino a 29,9 kW), la Confederazione mette a disposizione una rimunerazione unica, ovvero un incentivo che copre fino al 30% del costo dell’impianto. È possibile ottenere tale incentivo da tre a sei mesi dopo la messa in esercizio, senza lista d’attesa. La procedura da seguire per ottenere la rimunerazione unica è estremamente semplice.
  • Per gli impianti di dimensioni maggiori la Confederazione prevede dal 2009 il sistema di rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC). Questo modello di incentivazione consente di vendere i chilowattora prodotti a una tariffa preferenziale che copre i costi di produzione ed è garantita per 20 anni. Visto il grande successo riscosso da questo modello, si è reso però necessario istituire una lista d’attesa che conta attualmente 36 000 impianti fotovoltaici.
  • Il Parlamento sta discutendo, nell’ambito della Strategia energetica 2050, la possibilità di estendere la rimunerazione unica anche agli impianti di grandi dimensioni. Si attende una decisione in merito per il 2016. Il sistema dovrà però essere introdotto non prima del 2017 (probabilmente nel 2018).
  • Inoltre lo sviluppo di un libero mercato senza incentivi statali è già iniziato. Oggi il costo dell’elettricità solare è inferiore a 20 ct/kWh. Ciò rende il solare fotovoltaico sempre più competitivo rispetto ai prezzi al consumatore finale quando l’energia elettrica prodotta può essere consumata sul luogo stesso di produzione (consumo proprio).
  • Il fotovoltaico ha ormai fatto il suo ingresso anche nel mercato del calore! Grazie allo sviluppo di scaldacqua a pompa di calore compatibili con una fonte elettrica solare, il fotovoltaico sta attualmente conquistando il mercato del calore.

Tendenze nel mercato del solare: il solare termico

  • Le prescrizioni di legge promuovono l’energia solare. Il Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni (MoPEC 2014) rende obbligatoria l’installazione di caldaie alimentate a fonti energetiche rinnovabili nelle nuove costruzioni e stabilisce una percentuale minima di energia rinnovabile in caso di risanamento dell’impianto di produzione del calore. Queste prescrizioni entreranno in vigore nelle leggi cantonali tra il 2016 e il 2020. Il MoPEC 2014 propone diverse soluzioni standard per ogni fattispecie.
  • I proprietari di case plurifamiliari che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore dovrebbero dare la preferenza all’energia solare termica. Tra le soluzioni proposte dal MoPEC, questa è quella più semplice e conveniente soprattutto per la produzione dell’acqua calda sanitaria. La maggior parte dei Cantoni offre a tale scopo incentivi e aiuti.
  • I proprietari di case unifamiliari che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore possono utilizzare l’energia solare termica sia per la produzione dell’acqua calda sanitaria che per il riscaldamento. In effetti, l’energia solare termica offre sinergie di costo in caso di sostituzione della caldaia, ad esempio dello scaldacqua. È una soluzione semplice e conveniente per la quale la maggior parte dei Cantoni offre incentivi e aiuti. In questo segmento l’energia solare termica oggi è tuttavia soggetta alla forte concorrenza del fotovoltaico.
  • I proprietari di alberghi o ristoranti che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore dovrebbero dare la preferenza all’energia solare termica. Si tratta di una soluzione proposta dal MoPEC 2014 che è competitiva rispetto alle pompe di calore, ma che può essere abbinata molto più facilmente a un impianto di riscaldamento a combustibili fossili. La maggior parte dei Cantoni offre a tale scopo incentivi e aiuti.

Tendenze nel mercato del solare

{{translation.caption}}:


Il mercato del fotovoltaico si è fortemente evoluto. Nel periodo compreso tra il 2009 e il 2014 la potenza totale installata è cresciuta ogni anno di oltre il 50%. Nello stesso periodo i prezzi sono invece diminuiti enormemente, passando da quasi 5000 CHF/kWp a 1600 CHF/kWp.

Alla fine del 2014 erano in funzione in Svizzera circa 47 000 impianti con una potenza installata di 1100 MW. La produzione cumulata di tali impianti ha permesso di approvvigionare di energia elettrica 210 000 economie domestiche svizzere.

Nel periodo compreso tra il 2004 e il 2009 il mercato del solare termico ha fatto registrare una forte crescita (+38%). Da allora è in lieve flessione.

 

Nel 2014 la Svizzera contava 150 000 impianti solari termici con una potenza totale installata di 1100 MW. Nel solo anno scorso sono stati installati 10 000 nuovi impianti. La produzione cumulata degli impianti solari termici ha permesso di approvvigionare di acqua calda sanitaria 150 000 economie domestiche svizzere.

Tendenze nel mercato del solare: il fotovoltaico

  • Le prescrizioni di legge promuovono l’energia solare. Il Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni (MoPEC 2014) rende obbligatoria l’installazione di una superficie fotovoltaica minima nelle nuove costruzioni. È prevista inoltre una percentuale minima di energia rinnovabile anche in caso di risanamento dell’impianto di produzione del calore. Queste prescrizioni entreranno in vigore nelle leggi cantonali tra il 2016 e il 2020.
  • Nel caso di impianti fotovoltaici di piccole dimensioni (fino a 29,9 kW), la Confederazione mette a disposizione una rimunerazione unica, ovvero un incentivo che copre fino al 30% del costo dell’impianto. È possibile ottenere tale incentivo da tre a sei mesi dopo la messa in esercizio, senza lista d’attesa. La procedura da seguire per ottenere la rimunerazione unica è estremamente semplice.
  • Per gli impianti di dimensioni maggiori la Confederazione prevede dal 2009 il sistema di rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC). Questo modello di incentivazione consente di vendere i chilowattora prodotti a una tariffa preferenziale che copre i costi di produzione ed è garantita per 20 anni. Visto il grande successo riscosso da questo modello, si è reso però necessario istituire una lista d’attesa che conta attualmente 36 000 impianti fotovoltaici.
  • Il Parlamento sta discutendo, nell’ambito della Strategia energetica 2050, la possibilità di estendere la rimunerazione unica anche agli impianti di grandi dimensioni. Si attende una decisione in merito per il 2016. Il sistema dovrà però essere introdotto non prima del 2017 (probabilmente nel 2018).
  • Inoltre lo sviluppo di un libero mercato senza incentivi statali è già iniziato. Oggi il costo dell’elettricità solare è inferiore a 20 ct/kWh. Ciò rende il solare fotovoltaico sempre più competitivo rispetto ai prezzi al consumatore finale quando l’energia elettrica prodotta può essere consumata sul luogo stesso di produzione (consumo proprio).
  • Il fotovoltaico ha ormai fatto il suo ingresso anche nel mercato del calore! Grazie allo sviluppo di scaldacqua a pompa di calore compatibili con una fonte elettrica solare, il fotovoltaico sta attualmente conquistando il mercato del calore.

Tendenze nel mercato del solare: il solare termico

  • Le prescrizioni di legge promuovono l’energia solare. Il Modello di prescrizioni energetiche dei Cantoni (MoPEC 2014) rende obbligatoria l’installazione di caldaie alimentate a fonti energetiche rinnovabili nelle nuove costruzioni e stabilisce una percentuale minima di energia rinnovabile in caso di risanamento dell’impianto di produzione del calore. Queste prescrizioni entreranno in vigore nelle leggi cantonali tra il 2016 e il 2020. Il MoPEC 2014 propone diverse soluzioni standard per ogni fattispecie.
  • I proprietari di case plurifamiliari che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore dovrebbero dare la preferenza all’energia solare termica. Tra le soluzioni proposte dal MoPEC, questa è quella più semplice e conveniente soprattutto per la produzione dell’acqua calda sanitaria. La maggior parte dei Cantoni offre a tale scopo incentivi e aiuti.
  • I proprietari di case unifamiliari che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore possono utilizzare l’energia solare termica sia per la produzione dell’acqua calda sanitaria che per il riscaldamento. In effetti, l’energia solare termica offre sinergie di costo in caso di sostituzione della caldaia, ad esempio dello scaldacqua. È una soluzione semplice e conveniente per la quale la maggior parte dei Cantoni offre incentivi e aiuti. In questo segmento l’energia solare termica oggi è tuttavia soggetta alla forte concorrenza del fotovoltaico.
  • I proprietari di alberghi o ristoranti che provvedono al risanamento del loro impianto di produzione del calore dovrebbero dare la preferenza all’energia solare termica. Si tratta di una soluzione proposta dal MoPEC 2014 che è competitiva rispetto alle pompe di calore, ma che può essere abbinata molto più facilmente a un impianto di riscaldamento a combustibili fossili. La maggior parte dei Cantoni offre a tale scopo incentivi e aiuti.