Riscaldare

{{translation.caption}}:


Il riscaldamento rappresenta due terzi dell’intero fabbisogno energetico di una casa. Chi riscalda in modo efficiente, risparmia non solo energia ma anche denaro: tanto quanto ne occorre per riscaldare gratis la propria casa un anno su sei. È tutta questione di posizione:

 

#1 Sfruttare tutto il calore disponible

Allontanate il divano dal calorifero

L’aria calda deve poter circolare liberamente nelle stanze. Perciò, è buona regola non coprire i radiatori con mobili o tende. Di notte, per rallentare il raffreddamento delle stanze, si consiglia di chiudere tapparelle e imposte. Se non si vuole rinunciare a dormire con la finestra della camera aperta, la cosa migliore da fare è spegnere il riscaldamento.

 

#2 Arieggiare all'insegna dell'efficienza energetica

Chiudete le imposte e arieggiate spalancando

Le finestre a ribalta sempre aperte sprecano molta energia e portano poco alla qualità dell’aria. Aprite piuttosto tre volte al giorno più finestre per 5 - 10 minuti. Grazie a questa ventilazione traversale, si perde meno calore e si porta più aria fresca in casa rispetto ad una ventilazione continua con delle finestre sempre aperte. Se poi si crea corrente tra i vari ambienti domestici, la qualità dell'aria migliora ulteriormente.

 

#3 Regolare correttamente la temperatura

Regolate la temperatura a 20°C

Non regolate mai il calore aprendo le finestre, ma impostando consapevolmente la valvola termostatica. Le valvole termostatiche sono le più efficienti per questo scopo e permettono di mantenere il calore in ogni locale, come meglio desiderate. I valori medi usuali per alcuni locali:

  • 23 °C nel bagno (= posizione 4 della valvola termostatica)
  • 20 °C nel soggiorno e nel salotto (= posizione 3)
  • 17 °C nelle camere da letto, nel corridoio (= posizione 2)
  • In locali usati saltuariamente (= posizione *)

Le temperature citate sono indicative. Una temperatura del locale «corretta» non esiste. Il benessere è individuale. D’altra parte: per ogni grado di temperatura nel locale i costi di riscaldamento aumentano del 6%. In ogni caso, una regolazione adattata il più possibile al fabbisogno effettivo, rende sempre.

Se poi dormite con le finestre aperte, fate attenzione che la valvola del radiatore sia chiusa (posizione * della valvola termostatica). Così non riscaldate senza motivo e risparmiate energia.

Trovi maggiori informazioni sul riscaldamento e sull'acqua calda sanitaria anche alla rubrica Edifici.

Riscaldare

{{translation.caption}}:


Il riscaldamento rappresenta due terzi dell’intero fabbisogno energetico di una casa. Chi riscalda in modo efficiente, risparmia non solo energia ma anche denaro: tanto quanto ne occorre per riscaldare gratis la propria casa un anno su sei. È tutta questione di posizione:

 

#1 Sfruttare tutto il calore disponible

Allontanate il divano dal calorifero

L’aria calda deve poter circolare liberamente nelle stanze. Perciò, è buona regola non coprire i radiatori con mobili o tende. Di notte, per rallentare il raffreddamento delle stanze, si consiglia di chiudere tapparelle e imposte. Se non si vuole rinunciare a dormire con la finestra della camera aperta, la cosa migliore da fare è spegnere il riscaldamento.

 

#2 Arieggiare all'insegna dell'efficienza energetica

Chiudete le imposte e arieggiate spalancando

Le finestre a ribalta sempre aperte sprecano molta energia e portano poco alla qualità dell’aria. Aprite piuttosto tre volte al giorno più finestre per 5 - 10 minuti. Grazie a questa ventilazione traversale, si perde meno calore e si porta più aria fresca in casa rispetto ad una ventilazione continua con delle finestre sempre aperte. Se poi si crea corrente tra i vari ambienti domestici, la qualità dell'aria migliora ulteriormente.

 

#3 Regolare correttamente la temperatura

Regolate la temperatura a 20°C

Non regolate mai il calore aprendo le finestre, ma impostando consapevolmente la valvola termostatica. Le valvole termostatiche sono le più efficienti per questo scopo e permettono di mantenere il calore in ogni locale, come meglio desiderate. I valori medi usuali per alcuni locali:

  • 23 °C nel bagno (= posizione 4 della valvola termostatica)
  • 20 °C nel soggiorno e nel salotto (= posizione 3)
  • 17 °C nelle camere da letto, nel corridoio (= posizione 2)
  • In locali usati saltuariamente (= posizione *)

Le temperature citate sono indicative. Una temperatura del locale «corretta» non esiste. Il benessere è individuale. D’altra parte: per ogni grado di temperatura nel locale i costi di riscaldamento aumentano del 6%. In ogni caso, una regolazione adattata il più possibile al fabbisogno effettivo, rende sempre.

Se poi dormite con le finestre aperte, fate attenzione che la valvola del radiatore sia chiusa (posizione * della valvola termostatica). Così non riscaldate senza motivo e risparmiate energia.

Trovi maggiori informazioni sul riscaldamento e sull'acqua calda sanitaria anche alla rubrica Edifici.