Informazioni a 360° in merito al risanamento energetico per i locatori

{{translation.caption}}:


Oltre il 56 per cento delle economie domestiche in Svizzera vive in affitto. Questa cifra rivela quanto siano importanti gli edifici utilizzati da terzi per il raggiungimento dei nostri obiettivi di politica energetica e climatica. Il risanamento energetico di un immobile a rendimento rappresenta nel caso ideale un guadagno per tutte e tre le parti coinvolte: per l’ambiente, per il proprietario e per l’inquilino.

Scelta degli interventi adatti

Come proprietario beneficerai di un valore di mercato più elevato del tuo immobile se riuscirai a finanziare i costi d’investimento aumentando le pigioni. Nel processo decisionale dovresti tenere conto dei seguenti parametri.

Il riscaldamento e l’acqua calda

Negli edifici il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria sono le maggiori voci di spesa energetica. Di conseguenza, è in tali ambiti che si può far leva per ottenere miglioramenti sul piano finanziario e ambientale. Si può pensare di sostituire l’impianto di riscaldamento, passando dalle energie fossili a vettori energetici rinnovabili, di eseguire una coibentazione termica o di combinare il tutto con un impianto fotovoltaico.

Avvaletevi del diritto di locazione

Il proprietario può ribaltare sugli inquilini una parte dei costi d’investimento. La legislazione sulle pigioni disciplina in che misura ciò è possibile. 

Osserva il contesto di mercato

Nel caso di immobili in cui le pigioni sono già vicine al prezzo di mercato, sussiste il rischio che ribaltando i costi di investimento sugli affitti venga superato il prezzo di mercato, con il rischio di ritrovarsi con un immobile sfitto. Se, tuttavia, anche gli inquilini approfittano di spese di riscaldamento più contenute, tale rischio diminuisce.

Proprio nelle regioni strutturalmente deboli, grazie a un risanamento energetico è possibile offrire un maggiore comfort abitativo a pigioni lorde inferiori. Ciò aumenta i vantaggi competitivi e porta a maggiori introiti grazie a pigioni nette più elevate.

La piattaforma renovabene.ch aiuta i locatari fornendo loro consigli e ausili lungo l’intero processo di risanamento energetico. 

La comunicazione con i tuoi inquilini

Il dilemma locatore-locatario relativo agli immobili locativi consiste nel fatto che il locatore rinuncia a eseguire interventi di risanamento energetico in quanto non può trarvi alcun rendimento, mentre gli inquilini approfitterebbero della riduzione delle spese energetiche. Se in seguito a una ristrutturazione il locatore vuole ribaltare i propri costi d’investimento sugli inquilini aumentando il canone d’affitto, ciò porta occasionalmente a una (giustificata) mancanza di comprensione da parte di questi ultimi. Pertanto sono molto importanti una buona comunicazione fra le parti coinvolte e conoscenze approfondite sui rispettivi diritti.

La piattaforma renovabene.ch aiuta i locatari a scegliere le misure di comunicazione ottimali lungo l’intero processo di risanamento energetico.

Incentivi finanziari

Il Programma Edifici della Confederazione e dei Cantoni promuove i risanamenti energetici. Ogni Cantone prevede incentivi finanziari diversi, conviene pertanto informarsi per tempo. È fatto divieto trasferire l’importo delle sovvenzioni agli inquilini esistenti.

Ulteriori informazioni

L’opuscolo «L’ammodernamento energetico di edifici plurifamiliari – Raccomandazioni per un rinnovamento efficace degli edifici» funge da vademecum per i proprietari su come procedere correttamente negli interventi di risanamento energetico. Troverai ulteriori informazioni anche sul sito dell’Associazione svizzera dei proprietari fondiari (APF-HEV) e Habitatdurable .

 

Informazioni a 360° in merito al risanamento energetico per i locatori

Oltre il 56 per cento delle economie domestiche in Svizzera vive in affitto. Questa cifra rivela quanto siano importanti gli edifici utilizzati da terzi per il raggiungimento dei nostri obiettivi di politica energetica e climatica. Il risanamento energetico di un immobile a rendimento rappresenta nel caso ideale un guadagno per tutte e tre le parti coinvolte: per l’ambiente, per il proprietario e per l’inquilino.

Scelta degli interventi adatti

Come proprietario beneficerai di un valore di mercato più elevato del tuo immobile se riuscirai a finanziare i costi d’investimento aumentando le pigioni. Nel processo decisionale dovresti tenere conto dei seguenti parametri.

Il riscaldamento e l’acqua calda

Negli edifici il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria sono le maggiori voci di spesa energetica. Di conseguenza, è in tali ambiti che si può far leva per ottenere miglioramenti sul piano finanziario e ambientale. Si può pensare di sostituire l’impianto di riscaldamento, passando dalle energie fossili a vettori energetici rinnovabili, di eseguire una coibentazione termica o di combinare il tutto con un impianto fotovoltaico.

Avvaletevi del diritto di locazione

Il proprietario può ribaltare sugli inquilini una parte dei costi d’investimento. La legislazione sulle pigioni disciplina in che misura ciò è possibile. 

Osserva il contesto di mercato

Nel caso di immobili in cui le pigioni sono già vicine al prezzo di mercato, sussiste il rischio che ribaltando i costi di investimento sugli affitti venga superato il prezzo di mercato, con il rischio di ritrovarsi con un immobile sfitto. Se, tuttavia, anche gli inquilini approfittano di spese di riscaldamento più contenute, tale rischio diminuisce.

Proprio nelle regioni strutturalmente deboli, grazie a un risanamento energetico è possibile offrire un maggiore comfort abitativo a pigioni lorde inferiori. Ciò aumenta i vantaggi competitivi e porta a maggiori introiti grazie a pigioni nette più elevate.

La piattaforma renovabene.ch aiuta i locatari fornendo loro consigli e ausili lungo l’intero processo di risanamento energetico. 

La comunicazione con i tuoi inquilini

Il dilemma locatore-locatario relativo agli immobili locativi consiste nel fatto che il locatore rinuncia a eseguire interventi di risanamento energetico in quanto non può trarvi alcun rendimento, mentre gli inquilini approfitterebbero della riduzione delle spese energetiche. Se in seguito a una ristrutturazione il locatore vuole ribaltare i propri costi d’investimento sugli inquilini aumentando il canone d’affitto, ciò porta occasionalmente a una (giustificata) mancanza di comprensione da parte di questi ultimi. Pertanto sono molto importanti una buona comunicazione fra le parti coinvolte e conoscenze approfondite sui rispettivi diritti.

La piattaforma renovabene.ch aiuta i locatari a scegliere le misure di comunicazione ottimali lungo l’intero processo di risanamento energetico.

Incentivi finanziari

Il Programma Edifici della Confederazione e dei Cantoni promuove i risanamenti energetici. Ogni Cantone prevede incentivi finanziari diversi, conviene pertanto informarsi per tempo. È fatto divieto trasferire l’importo delle sovvenzioni agli inquilini esistenti.

Ulteriori informazioni

L’opuscolo «L’ammodernamento energetico di edifici plurifamiliari – Raccomandazioni per un rinnovamento efficace degli edifici» funge da vademecum per i proprietari su come procedere correttamente negli interventi di risanamento energetico. Troverai ulteriori informazioni anche sul sito dell’Associazione svizzera dei proprietari fondiari (APF-HEV) e Habitatdurable .

 


Utilizziamo cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile durante la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare sul nostro sito web, ti dichiari d’accordo con le nostre disposizioni in materia di protezione dei dati.