Pannelli solari fotovoltaici

{{translation.caption}}:


 I pannelli solari fotovoltaici trasformano la radiazione luminosa in energia elettrica.
 
Le celle solari sono composte da un semiconduttore – un materiale particolare in cui gli elettroni legati (carica negativa) possono liberarsi quando assorbono la luce (fotoni) e muoversi in varie direzioni. Questo effetto è chiamato fotoelettrico, ma ancora non produce corrente elettrica.
 
Per produrre corrente elettrica, gli elettroni devono circolare in una direzione precisa. A tal fine si sovrappongono due strati di semiconduttori, che vengono «drogati» (termine tecnico) con l’aggiunta di materiali specifici: sullo strato di pannello esposto alla luce viene aggiunto un materiale i cui atomi possiedono più elettroni rispetto a quelli del semiconduttore, mentre sullo strato inferiore viene aggiunto un materiale i cui atomi possiedono meno elettroni di quelli del semiconduttore. Non appena il sole colpisce i pannelli, gli elettroni dello strato superiore si mettono a circolare verso lo strato inferiore creando una corrente elettrica.
 
Sul mercato sono reperibili diverse tecnologie fotovoltaiche, ciascuna con le sue caratteristiche a seconda del tipo di cella o tecnologia utilizzata. Le più diffuse sono: monocristalline, multicristalline e a film sottile (silicio amorfo, micromorfo, CIS, CdTe). Trovi ulteriori informazioni su www.bipv.ch.

Pannelli solari fotovoltaici

 I pannelli solari fotovoltaici trasformano la radiazione luminosa in energia elettrica.
 
Le celle solari sono composte da un semiconduttore – un materiale particolare in cui gli elettroni legati (carica negativa) possono liberarsi quando assorbono la luce (fotoni) e muoversi in varie direzioni. Questo effetto è chiamato fotoelettrico, ma ancora non produce corrente elettrica.
 
Per produrre corrente elettrica, gli elettroni devono circolare in una direzione precisa. A tal fine si sovrappongono due strati di semiconduttori, che vengono «drogati» (termine tecnico) con l’aggiunta di materiali specifici: sullo strato di pannello esposto alla luce viene aggiunto un materiale i cui atomi possiedono più elettroni rispetto a quelli del semiconduttore, mentre sullo strato inferiore viene aggiunto un materiale i cui atomi possiedono meno elettroni di quelli del semiconduttore. Non appena il sole colpisce i pannelli, gli elettroni dello strato superiore si mettono a circolare verso lo strato inferiore creando una corrente elettrica.
 
Sul mercato sono reperibili diverse tecnologie fotovoltaiche, ciascuna con le sue caratteristiche a seconda del tipo di cella o tecnologia utilizzata. Le più diffuse sono: monocristalline, multicristalline e a film sottile (silicio amorfo, micromorfo, CIS, CdTe). Trovi ulteriori informazioni su www.bipv.ch.


Utilizziamo cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile durante la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare sul nostro sito web, ti dichiari d’accordo con le nostre disposizioni in materia di protezione dei dati.