Ecco come ottimizzare il tuo impianto di aria compressa

{{translation.caption}}:


Quando si parla dei costi d’esercizio degli impianti di aria compressa, si intendono in realtà i costi energetici. Le spese sostenute per l’energia incidono infatti per il 70-80 per cento sui costi del ciclo di vita dell’impianto. Per un impianto di medie dimensioni si arriva rapidamente a 15 000 franchi all’anno, un importo che spesso potrebbe essere fortemente ridotto, persino per gli impianti gestiti bene.

Guida all’ottimizzazione

Il dossier «Votre entreprise voit-elle aussi des milliers de francs se volatiliser» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) ti mostra come la tua azienda, mediante una sistematica ottimizzazione dell’aria compressa, potrà risparmiare presto alcune migliaia o alcune decine di migliaia di franchi all’anno.

Il controllo in tre fasi per ottimizzare l’impianto di aria compressa «Le contrôle en trois étapes pour optimiser les installations à air comprimé» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) ti permette di accertarti che durante un’ottimizzazione vengano eseguiti tutti gli interventi di ottimizzazione importanti e altamente redditizi. Se hai bisogno di informazioni approfondite in merito ai vari interventi, nel documento «Guide d’optimisation en matière d’air comprimé» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) troverai ulteriori informazioni e considerazioni di tipo economico relative agli interventi più importanti e preziosi consigli d’investimento.

Riduzione del fabbisogno

Oltre che nella produzione e distribuzione efficiente dell’aria compressa, un grande potenziale di risparmio risiede nella riduzione del fabbisogno di aria compressa delle macchine, dei processi e degli utensili. Nell’«Elenco degli interventi per ridurre il fabbisogno di aria compressa» figurano le principali possibilità.

Materiale informativo e strumenti di lavoro

Ecco come ottimizzare il tuo impianto di aria compressa


{{translation.caption}}:

Quando si parla dei costi d’esercizio degli impianti di aria compressa, si intendono in realtà i costi energetici. Le spese sostenute per l’energia incidono infatti per il 70-80 per cento sui costi del ciclo di vita dell’impianto. Per un impianto di medie dimensioni si arriva rapidamente a 15 000 franchi all’anno, un importo che spesso potrebbe essere fortemente ridotto, persino per gli impianti gestiti bene.

Guida all’ottimizzazione

Il dossier «Votre entreprise voit-elle aussi des milliers de francs se volatiliser» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) ti mostra come la tua azienda, mediante una sistematica ottimizzazione dell’aria compressa, potrà risparmiare presto alcune migliaia o alcune decine di migliaia di franchi all’anno.

Il controllo in tre fasi per ottimizzare l’impianto di aria compressa «Le contrôle en trois étapes pour optimiser les installations à air comprimé» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) ti permette di accertarti che durante un’ottimizzazione vengano eseguiti tutti gli interventi di ottimizzazione importanti e altamente redditizi. Se hai bisogno di informazioni approfondite in merito ai vari interventi, nel documento «Guide d’optimisation en matière d’air comprimé» (disponibile solo nelle lingue tedesca e francese) troverai ulteriori informazioni e considerazioni di tipo economico relative agli interventi più importanti e preziosi consigli d’investimento.

Riduzione del fabbisogno

Oltre che nella produzione e distribuzione efficiente dell’aria compressa, un grande potenziale di risparmio risiede nella riduzione del fabbisogno di aria compressa delle macchine, dei processi e degli utensili. Nell’«Elenco degli interventi per ridurre il fabbisogno di aria compressa» figurano le principali possibilità.

Materiale informativo e strumenti di lavoro