Interventi per centri di calcolo efficienti

{{translation.caption}}:


Gli interventi che possono essere adottati al fine di ottenere una maggiore efficienza energetica nella sala server o nel centro di calcolo sono molteplici. Gli interventi che possono essere adottati e i risparmi conseguibili grazie ad essi dipendono da come sono configurati i locali e l’infrastruttura IT di un’impresa. Molto spesso già piccole migliorie possono dare grandi risultati. I provvedimenti sono suddivisibili in otto categorie. Il catalogo delle misure fornisce una panoramica dettagliata dei possibili provvedimenti da adottare.

 

Virtualizzazione dei server
I server sono il cuore dell’infrastruttura IT e pertanto è buona norma partire proprio da lì per adottare gli interventi tesi a migliorare l’efficienza energetica. Da vari studi emerge che, virtualizzando e utilizzando bene la capacità dei server, è possibile conseguire un risparmio di energia che può arrivare al 96 per cento. Inoltre si ottengono anche risparmi di spazio e costi di licenza. Come forma estesa della virtualizzazione, l’efficienza può essere ulteriormente incrementata tramite l’edge computing. Spostando la capacità di calcolo a diversi centri di calcolo, questi ultimi possono essere gestiti in modo energeticamente ottimizzato con l’utilizzazione locale dell’applicazione.

  Il clima interno perfetto
I server moderni sono meno sensibili al calore rispetto ai modelli precedenti. Oggi si raccomanda una temperatura massima di 27° C dell’aria che viene convogliata sui server (standard ASHRAE). Molte imprese però continuano a raffreddare le proprie sale server a temperature inferiori, consumando così energia inutilmente. Nel contempo, impiegando sistemi di compartimentazione con separazione fisica tra le zone di aria fredda e quelle di aria calda, ventilatori efficienti o sfruttando il calore residuo è possibile sostituire altra energia. I centri di calcolo piccoli e micro delle applicazioni di edge computing nell’immediata vicinanza di edifici residenziali si prestano in maniera eccellente per immettere il loro calore direttamente nel circuito di riscaldamento di un edificio residenziale. 

  Dati sicuri e sempre disponibili
Un criterio decisivo nella memorizzazione dei dati è la velocità con cui possono poi essere messi a disposizione. Per dati ad alta disponibilità è possibile impiegare, oltre ai tradizionali dischi duri, anche i cosiddetti Solid State Drives (SSD), che sono più efficienti e ormai anche abbordabili. Questi ultimi comporterebbero – sempre in base allo studio – un risparmio di energia elettrica che può arrivare al 90 per cento. Anche per i sistemi di backup, che devono essere disponibili in tempi meno rapidi, esistono soluzioni migliori rispetto ai tradizionali dischi rigidi: i cosiddetti sistemi a nastro magnetico, permettono di conseguire addirittura risparmi di energia elettrica nell’ordine del 94 per cento.

Migliorare l’alimentazione elettrica
Dall’immissione nell’edificio fino all’alimentazione dell’infrastruttura IT nell’impresa, la corrente elettrica viene trasformata e immagazzinata più volte, processi dai quali risultano perdite del 30 per cento e oltre. Impiegando apparecchiature moderne e modulari per garantire l’alimentazione elettrica ininterrotta, le perdite di queste apparecchiature tecniche possono essere ridotte al di sotto del inferiore al 5 per cento, a detta delle imprese interpellate nell’ambito della campagna. Inoltre è possibile disinserire prima alcuni componenti indispensabili, in modo da risparmiare spazio e costi di manutenzione.

Corretta interconnessione in rete
In una rete locale i computer, le periferiche e i server sono collegati fra loro tramite switch. Se singole porte di uno switch non sono utilizzate o non vi è traffico dati, esse consumano energia inutilmente. Switch intelligenti sono in grado di mettere temporaneamente in stato di riposo le porte inutilizzate.

Servizi cloud ed esternalizzazione
Sempre più imprese decidono di affidare l'esercizio del proprio centro di calcolo a operatori professionali esterni. Collocando i propri server e rack nel centro di calcolo dello specialista o usufruendo di servizi e prestazioni direttamente dall’infrastruttura dell’operatore esterno: i cosiddetti servizi cloud.

 Misurazioni e analisi
Senza dati e indici è difficile programmare e attuare gli interventi per aumentare l’efficienza energetica. La misurazione del consumo di energia di per sé non fa risparmiare corrente, ma costituisce la base indispensabile per scoprire quali altri interventi farebbero davvero risparmiare energia.

 Ottimizzare il management e i processi
Gli interventi a livello di management hanno indirettamente un influsso decisivo sul consumo di energia. Avere una buona strategia, acquistare l’hardware giusto e avviare correttamente i processi, la comunicazione e i corsi di formazione significa porre le basi perché l’impresa possa attuare con successo i provvedimenti tesi ad aumentare l’efficienza energetica.

 

Rendere più efficiente la sala server o il centro di calcolo?

Per individuare e attuare i provvedimenti giusti, le imprese possono ricorrere ai seguenti strumenti:

Determinazione dei potenziali:

Pianificazione e attuazione delle misure di ottimizzazione:

Interventi per centri di calcolo efficienti

Gli interventi che possono essere adottati al fine di ottenere una maggiore efficienza energetica nella sala server o nel centro di calcolo sono molteplici. Gli interventi che possono essere adottati e i risparmi conseguibili grazie ad essi dipendono da come sono configurati i locali e l’infrastruttura IT di un’impresa. Molto spesso già piccole migliorie possono dare grandi risultati. I provvedimenti sono suddivisibili in otto categorie. Il catalogo delle misure fornisce una panoramica dettagliata dei possibili provvedimenti da adottare.

 

Virtualizzazione dei server
I server sono il cuore dell’infrastruttura IT e pertanto è buona norma partire proprio da lì per adottare gli interventi tesi a migliorare l’efficienza energetica. Da vari studi emerge che, virtualizzando e utilizzando bene la capacità dei server, è possibile conseguire un risparmio di energia che può arrivare al 96 per cento. Inoltre si ottengono anche risparmi di spazio e costi di licenza. Come forma estesa della virtualizzazione, l’efficienza può essere ulteriormente incrementata tramite l’edge computing. Spostando la capacità di calcolo a diversi centri di calcolo, questi ultimi possono essere gestiti in modo energeticamente ottimizzato con l’utilizzazione locale dell’applicazione.

  Il clima interno perfetto
I server moderni sono meno sensibili al calore rispetto ai modelli precedenti. Oggi si raccomanda una temperatura massima di 27° C dell’aria che viene convogliata sui server (standard ASHRAE). Molte imprese però continuano a raffreddare le proprie sale server a temperature inferiori, consumando così energia inutilmente. Nel contempo, impiegando sistemi di compartimentazione con separazione fisica tra le zone di aria fredda e quelle di aria calda, ventilatori efficienti o sfruttando il calore residuo è possibile sostituire altra energia. I centri di calcolo piccoli e micro delle applicazioni di edge computing nell’immediata vicinanza di edifici residenziali si prestano in maniera eccellente per immettere il loro calore direttamente nel circuito di riscaldamento di un edificio residenziale. 

  Dati sicuri e sempre disponibili
Un criterio decisivo nella memorizzazione dei dati è la velocità con cui possono poi essere messi a disposizione. Per dati ad alta disponibilità è possibile impiegare, oltre ai tradizionali dischi duri, anche i cosiddetti Solid State Drives (SSD), che sono più efficienti e ormai anche abbordabili. Questi ultimi comporterebbero – sempre in base allo studio – un risparmio di energia elettrica che può arrivare al 90 per cento. Anche per i sistemi di backup, che devono essere disponibili in tempi meno rapidi, esistono soluzioni migliori rispetto ai tradizionali dischi rigidi: i cosiddetti sistemi a nastro magnetico, permettono di conseguire addirittura risparmi di energia elettrica nell’ordine del 94 per cento.

Migliorare l’alimentazione elettrica
Dall’immissione nell’edificio fino all’alimentazione dell’infrastruttura IT nell’impresa, la corrente elettrica viene trasformata e immagazzinata più volte, processi dai quali risultano perdite del 30 per cento e oltre. Impiegando apparecchiature moderne e modulari per garantire l’alimentazione elettrica ininterrotta, le perdite di queste apparecchiature tecniche possono essere ridotte al di sotto del inferiore al 5 per cento, a detta delle imprese interpellate nell’ambito della campagna. Inoltre è possibile disinserire prima alcuni componenti indispensabili, in modo da risparmiare spazio e costi di manutenzione.

Corretta interconnessione in rete
In una rete locale i computer, le periferiche e i server sono collegati fra loro tramite switch. Se singole porte di uno switch non sono utilizzate o non vi è traffico dati, esse consumano energia inutilmente. Switch intelligenti sono in grado di mettere temporaneamente in stato di riposo le porte inutilizzate.

Servizi cloud ed esternalizzazione
Sempre più imprese decidono di affidare l'esercizio del proprio centro di calcolo a operatori professionali esterni. Collocando i propri server e rack nel centro di calcolo dello specialista o usufruendo di servizi e prestazioni direttamente dall’infrastruttura dell’operatore esterno: i cosiddetti servizi cloud.

 Misurazioni e analisi
Senza dati e indici è difficile programmare e attuare gli interventi per aumentare l’efficienza energetica. La misurazione del consumo di energia di per sé non fa risparmiare corrente, ma costituisce la base indispensabile per scoprire quali altri interventi farebbero davvero risparmiare energia.

 Ottimizzare il management e i processi
Gli interventi a livello di management hanno indirettamente un influsso decisivo sul consumo di energia. Avere una buona strategia, acquistare l’hardware giusto e avviare correttamente i processi, la comunicazione e i corsi di formazione significa porre le basi perché l’impresa possa attuare con successo i provvedimenti tesi ad aumentare l’efficienza energetica.

 

Rendere più efficiente la sala server o il centro di calcolo?

Per individuare e attuare i provvedimenti giusti, le imprese possono ricorrere ai seguenti strumenti:

Determinazione dei potenziali:

Pianificazione e attuazione delle misure di ottimizzazione:


Utilizziamo cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile durante la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare sul nostro sito web, ti dichiari d’accordo con le nostre disposizioni in materia di protezione dei dati.