Impianti di incenerimento dei rifiuti

{{translation.caption}}:


Oggi gli impianti di valorizzazione termica dei rifiuti producono una gran parte della corrente proveniente da energie rinnovabili in Svizzera (senza l’energia idroelettrica) e questo output può essere ancora sensibilmente aumentato. Nell’impianto di valorizzazione termica dei rifiuti è possibile produrre corrente dai rifiuti tramite l’impiego di turbine. La corrente generata dai rifiuti è considerata rinnovabile al 50 per cento, in quanto circa la metà dei rifiuti consta di risorse organiche rinnovabili. Conviene adottare anche misure tese ad aumentare l’efficienza: da indagini condotte in diversi impianti di valorizzazione termica dei rifiuti emerge che in molti casi adottando varie misure è possibile ridurre dal 10 al 30% il consumo di corrente propria e che gli investimenti saranno ammortizzati in pochi anni.

Il recupero del calore dalla combustione dei rifiuti in tali impianti è ampiamente collaudato, ed è quindi considerato sicuro e competitivo. Il calore viene immesso solitamente in una rete di teleriscaldamento e serve a riscaldare edifici o interi quartieri.

Dalla «risorsa» dei rifiuti è possibile recuperare oltre che l’energia anche materiali pregiati. Il riciclaggio di tali materiali comporta un risparmio energetico sostanziale rispetto alla produzione delle materie prime primarie. Gli impianti di valorizzazione termica dei rifiuti gestiscono sempre più spesso questo tipo di impianti di riciclaggio.

Impianti di incenerimento dei rifiuti

{{translation.caption}}:


Oggi gli impianti di valorizzazione termica dei rifiuti producono una gran parte della corrente proveniente da energie rinnovabili in Svizzera (senza l’energia idroelettrica) e questo output può essere ancora sensibilmente aumentato. Nell’impianto di valorizzazione termica dei rifiuti è possibile produrre corrente dai rifiuti tramite l’impiego di turbine. La corrente generata dai rifiuti è considerata rinnovabile al 50 per cento, in quanto circa la metà dei rifiuti consta di risorse organiche rinnovabili. Conviene adottare anche misure tese ad aumentare l’efficienza: da indagini condotte in diversi impianti di valorizzazione termica dei rifiuti emerge che in molti casi adottando varie misure è possibile ridurre dal 10 al 30% il consumo di corrente propria e che gli investimenti saranno ammortizzati in pochi anni.

Il recupero del calore dalla combustione dei rifiuti in tali impianti è ampiamente collaudato, ed è quindi considerato sicuro e competitivo. Il calore viene immesso solitamente in una rete di teleriscaldamento e serve a riscaldare edifici o interi quartieri.

Dalla «risorsa» dei rifiuti è possibile recuperare oltre che l’energia anche materiali pregiati. Il riciclaggio di tali materiali comporta un risparmio energetico sostanziale rispetto alla produzione delle materie prime primarie. Gli impianti di valorizzazione termica dei rifiuti gestiscono sempre più spesso questo tipo di impianti di riciclaggio.