Impianti di depurazione

{{translation.caption}}:


Gli impianti di depurazione delle acque reflue consumano in un Comune oltre il 10 per cento della corrente impiegata per svolgere i compiti comunali. Parallelamente allo sviluppo tecnologico per la depurazione delle acque reflue occorre anche verificare periodicamente l’efficienza energetica. Spesso esistono ancora grandi potenziali di risparmio. Analizzando periodicamente gli indici energetici, è possibile stimare i potenziali energetici. Le analisi energetiche sono uno strumento per individuare gli interventi economici fattibili e realizzare tali potenziali.

Molti impianti di depurazione delle acque reflue in Svizzera producono però anche energia. Tramite centrali elettriche di cogenerazione è possibile produrre corrente rinnovabile dai gas residuati dai processi di depurazione e coprire il fabbisogno termico interno con il calore residuo. Nelle acque reflue inoltre è possibile recuperare un’enorme quantità di calore che può essere impiegata per riscaldare gli edifici o le zone urbanizzate attorno all’impianto di depurazione. È possibile superare anche parecchi chilometri di distanza. La corrente generata dai gas residuati dai processi di depurazione è rinnovabile e vanta un ottimo bilancio ambientale. 

Impianti di depurazione

{{translation.caption}}:


Gli impianti di depurazione delle acque reflue consumano in un Comune oltre il 10 per cento della corrente impiegata per svolgere i compiti comunali. Parallelamente allo sviluppo tecnologico per la depurazione delle acque reflue occorre anche verificare periodicamente l’efficienza energetica. Spesso esistono ancora grandi potenziali di risparmio. Analizzando periodicamente gli indici energetici, è possibile stimare i potenziali energetici. Le analisi energetiche sono uno strumento per individuare gli interventi economici fattibili e realizzare tali potenziali.

Molti impianti di depurazione delle acque reflue in Svizzera producono però anche energia. Tramite centrali elettriche di cogenerazione è possibile produrre corrente rinnovabile dai gas residuati dai processi di depurazione e coprire il fabbisogno termico interno con il calore residuo. Nelle acque reflue inoltre è possibile recuperare un’enorme quantità di calore che può essere impiegata per riscaldare gli edifici o le zone urbanizzate attorno all’impianto di depurazione. È possibile superare anche parecchi chilometri di distanza. La corrente generata dai gas residuati dai processi di depurazione è rinnovabile e vanta un ottimo bilancio ambientale.