Il commiato di Daniela Bomatter, Capo del Servizio di SvizzeraEnergia

14.12.2016

{{translation.caption}}:


Il 22 dicembre, dopo più di tre anni, scade il mio tempo all’UFE. Per me è stato un periodo ricco: ricco di esperienze, di progetti fantastici e di nuove conoscenze. Ora mi metterò in proprio. Io scendo qui.

Scendo da una vita fatta, negli ultimi 37 anni, di lavoro, famiglia, carriera e successo, ma anche di presenza costante, disponibilità totale e ritmi incalzanti. I cambiamenti non mi hanno mai spaventato ma li ho sempre considerati una sfida interessante. Forse perché, per me, cambiamento è sinonimo di miglioramento e di crescita personale. Ora faccio un salto nel buio, mi concedo il lusso di non sapere come sarà la mia vita a partire da gennaio e lascio che il nuovo avanzi mentre io vado altrove.

Il periodo trascorso all’UFE è stato piacevole. Lavorare qui è stato molto divertente e mi ha dato la possibilità di conoscere persone fantastiche, sia colleghi che partner esterni. Talvolta mi sarebbe piaciuto avere la possibilità di sperimentare un po’ di più, di diffondere i nostri messaggi con più coraggio di fronte alle reticenze della politica e di fare un po’ più a meno della burocrazia, convinta come sono, tuttavia, che all’UFE le cose funzionino ancora alla grande rispetto ad altri uffici. Trovo che la burocrazia sia un male quando ci fa fare cose che non hanno senso né per noi né per i contribuenti. Ma questo argomento meriterebbe un blog a parte.

Sono felice di sapere che il mio successore*, il nuovo Capo del Servizio SvizzeraEnergia, è già stato individuato e che si insedierà il prossimo gennaio. Spero, perciò, che in futuro SvizzeraEnergia continui a mietere successi, che vengano lanciati molti altri progetti e che siano realizzate chissà quali fantastiche idee. Questa sarà anche l’occasione per liberarsi coraggiosamente del vecchio e fare spazio al nuovo.

Quali dei contatti allacciati qui continuerò a mantenere quando non sarò più direttrice di SvizzeraEnergia? Sarò felice di scoprirlo. Da parte mia, mi piacerebbe continuare a mantenerli in un modo o nell’altro. Vi auguro un periodo ricco di esperienze e attendo con impazienza di scoprire quali sfide porterà con sé il Nuovo Anno.

Daniela Bomatter, Capo del Servizio SvizzeraEnergia.

*Il nuovo Capo del Servizio SvizzeraEnergia si chiama Patrick Kutschera. Vallesano, 52 anni, è ingegnere chimico ETH e durante la sua carriera professionale ha ricoperto diverse funzioni tecniche e manageriali presso realtà aziendali di prestigio come RESiQ AG, Swisscom e Holcim, solo per citarne alcune. Il signor Kutschera è sposato e ha due figlie.