Energia dal legno

{{translation.caption}}:


Il legno è considerato neutro rispetto alle emissioni di CO2 perché gli alberi, durante la crescita, legano tanto CO2 quanto ne sprigionano durante la combustione o il processo di decomposizione. Inoltre, il legno è una delle principali fonti energetiche sostenibili in Svizzera dopo l'energia idraulica. Oltre a sviluppare calore, i riscaldamenti a legna automatici di grandi dimensioni possono anche contribuire a produrre elettricità.

Trovi tutti gli articoli sull’argomento presso l’Ufficio federale dell‘energia.

Ma c'è modo e modo di usare il legno per produrre energia. I moderni impianti a legna automatici dotati di filtri per polveri omologati non creano problemi. Diversa la situazione dei caminetti o delle stufe spesso inefficienti che negli ultimi quindici anni si sono diffusi a macchia d'olio raddoppiando quasi il loro numero. Il più delle volte non vengono fatti funzionare correttamente e di conseguenza possono sprigionare grandi quantità di polveri sottili nocive per la salute. Spesso viene utilizzata legna bagnata o semplicemente in eccessiva quantità oppure si usano metodi di accensione sbagliati.

Sul sito web dell'Associazione Energia legno Svizzera trovi esempi pratici dei diversi modi di riscaldare con il legno, dalle romantiche stufe di pietra ollare ai moderni impianti di riscaldamento a pellet o a cippato, ma anche tante informazioni utili sull'argomento. L'associazione con sede a Zurigo offre anche consulenze individuali e corsi di formazione. In molti Cantoni vi sono poi programmi di promozione per la realizzazione di un impianto di riscaldamento a legna rispettoso dell'ambiente. Per saperne di più: servizi cantonali dell'energia e centri regionali di consulenza energetica.

Lo sapevi che...

... per accendere il caminetto, la legna piccola va sistemata sopra la legna più grossa e accesa poi da sopra, come per una candela? In questo modo, si riduce la formazione di polveri sottili. Non appena si è sviluppato un bel fuoco vivace, o al massimo quando si è formata la brace e ci sono ancora le fiamme, puoi aggiungere di tanto in tanto una piccola quantità di legna bell'asciutta.

Per saperne di più su come evitare la formazione di polveri sottili, leggi l'opuscolo dell'Ufficio federale dell'energia «Bruciatori a legna e polveri fini: consigli per ridurre le emissioni».

Energia dal legno

{{translation.caption}}:


Il legno è considerato neutro rispetto alle emissioni di CO2 perché gli alberi, durante la crescita, legano tanto CO2 quanto ne sprigionano durante la combustione o il processo di decomposizione. Inoltre, il legno è una delle principali fonti energetiche sostenibili in Svizzera dopo l'energia idraulica. Oltre a sviluppare calore, i riscaldamenti a legna automatici di grandi dimensioni possono anche contribuire a produrre elettricità.

Trovi tutti gli articoli sull’argomento presso l’Ufficio federale dell‘energia.

Ma c'è modo e modo di usare il legno per produrre energia. I moderni impianti a legna automatici dotati di filtri per polveri omologati non creano problemi. Diversa la situazione dei caminetti o delle stufe spesso inefficienti che negli ultimi quindici anni si sono diffusi a macchia d'olio raddoppiando quasi il loro numero. Il più delle volte non vengono fatti funzionare correttamente e di conseguenza possono sprigionare grandi quantità di polveri sottili nocive per la salute. Spesso viene utilizzata legna bagnata o semplicemente in eccessiva quantità oppure si usano metodi di accensione sbagliati.

Sul sito web dell'Associazione Energia legno Svizzera trovi esempi pratici dei diversi modi di riscaldare con il legno, dalle romantiche stufe di pietra ollare ai moderni impianti di riscaldamento a pellet o a cippato, ma anche tante informazioni utili sull'argomento. L'associazione con sede a Zurigo offre anche consulenze individuali e corsi di formazione. In molti Cantoni vi sono poi programmi di promozione per la realizzazione di un impianto di riscaldamento a legna rispettoso dell'ambiente. Per saperne di più: servizi cantonali dell'energia e centri regionali di consulenza energetica.

Lo sapevi che...

... per accendere il caminetto, la legna piccola va sistemata sopra la legna più grossa e accesa poi da sopra, come per una candela? In questo modo, si riduce la formazione di polveri sottili. Non appena si è sviluppato un bel fuoco vivace, o al massimo quando si è formata la brace e ci sono ancora le fiamme, puoi aggiungere di tanto in tanto una piccola quantità di legna bell'asciutta.

Per saperne di più su come evitare la formazione di polveri sottili, leggi l'opuscolo dell'Ufficio federale dell'energia «Bruciatori a legna e polveri fini: consigli per ridurre le emissioni».