Commercializzazione della corrente ecologica

{{translation.caption}}:


I produttori di corrente ecologica hanno due possibilità per commercializzare la loro corrente. Possono ricevere la rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC) oppure vendere la propria elettricità sul libero mercato. Anche i proprietari di piccoli impianti solari (<30kWp) che beneficiano della rimunerazione unica (aiuto all’investimento) possono vendere la loro elettricità sul libero mercato. La RIC assicura al produttore di corrente un prezzo d’acquisto garantito. Il finanziamento avviene tramite una tassa che i consumatori versano su ogni chilowattora di corrente consumata. I proventi di questa tassa sono tuttavia limitati e attualmente non bastano per sostenere tutti i progetti annunciati. I progetti che non possono essere immediatamente finanziati vengono inseriti in una lista d’attesa.

Certi Cantoni e Comuni nonché alcune aziende di approvvigionamento energetico promuovono la corrente prodotta in modo ecologico e s’impegnano a riacquistare l’elettricità dai produttori a un prezzo preferenziale. Per sapere se anche tu puoi beneficiare degli incentivi finanziari, consulta la rubrica Finanziamento / Sovvenzioni.

Un’altra possibilità per commercializzare la corrente ecologica è costituita dalle Borse di energia pulita. In questo ambito, il produttore non vende la corrente vera e propria, bensì il valore aggiunto ecologico sotto forma di garanzie d'origine.

Commercializzazione della corrente ecologica

{{translation.caption}}:


I produttori di corrente ecologica hanno due possibilità per commercializzare la loro corrente. Possono ricevere la rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC) oppure vendere la propria elettricità sul libero mercato. Anche i proprietari di piccoli impianti solari (<30kWp) che beneficiano della rimunerazione unica (aiuto all’investimento) possono vendere la loro elettricità sul libero mercato. La RIC assicura al produttore di corrente un prezzo d’acquisto garantito. Il finanziamento avviene tramite una tassa che i consumatori versano su ogni chilowattora di corrente consumata. I proventi di questa tassa sono tuttavia limitati e attualmente non bastano per sostenere tutti i progetti annunciati. I progetti che non possono essere immediatamente finanziati vengono inseriti in una lista d’attesa.

Certi Cantoni e Comuni nonché alcune aziende di approvvigionamento energetico promuovono la corrente prodotta in modo ecologico e s’impegnano a riacquistare l’elettricità dai produttori a un prezzo preferenziale. Per sapere se anche tu puoi beneficiare degli incentivi finanziari, consulta la rubrica Finanziamento / Sovvenzioni.

Un’altra possibilità per commercializzare la corrente ecologica è costituita dalle Borse di energia pulita. In questo ambito, il produttore non vende la corrente vera e propria, bensì il valore aggiunto ecologico sotto forma di garanzie d'origine.