Car Sharing – Catch a Car

{{translation.caption}}:


In Svizzera il car sharing ha una lunga tradizione. La prima offerta di car sharing esisteva già nel 1948 con la Selbstfahrergemeinschaft di Zurigo. A tutt’oggi la Svizzera riveste un ruolo di pioniere. In nessun altro Paese al mondo esiste un’offerta di car sharing tanto capillare.

Un’iniziativa ancora recente è Catch a Car – la prima e unica offerta di car sharing con free floating della Svizzera. Catch a Car è stata lanciata a Basilea nell’estate del 2014. Dal novembre del 2016 l’offerta è presente anche a Ginevra. I membri registrati possono localizzare tramite smartphone o sito web le Catch Car disponibili e recarsi da una determinata località all’altra senza doverle prenotare. Le auto possono essere posteggiate entro un determinato perimetro in qualsiasi parcheggio pubblico in cui è valida la tessera parcheggio residenti.

Dal lancio nel 2014 SvizzeraEnergia è partner di Catch a Car. Per SvizzeraEnergia sono di grande interesse gli impatti di un’offerta di car sharing con free floating sul comportamento di mobilità, il consumo di energia e l’ambiente. L’Istituto per la pianificazione del traffico e i sistemi di trasporto del Politecnico federale di Zurigo sta conducendo per Catch a Car uno studio volto ad analizzare questi aspetti.

Anche se i primi risultati dello studio (in tedesco) rappresentano solo un’istantanea ancora un po’ prematura, essi consentono di delineare le prime tendenze ed evincere già conoscenze interessanti:

  • Fascia di clientela: Catch a Car attira prevalentemente persone giovani. La metà degli utenti rientra nella fascia di età fra i 18 e i 36 anni.
  • Utilizzo: le auto vengono utilizzate per brevi tragitti in ambito urbano. Di solito si ricorre al servizio Catch a Car quando non esistono buoni collegamenti con i mezzi di trasporto pubblici. Gli utenti di Catch a Car si spostano inoltre con i mezzi di trasporto pubblici con una frequenza superiore alla media.
  • Proprietà dell’automobile: una Catch Car sostituisce quattro auto private.
  • Impatto ecologico: grazie a Catch a Car l’utilizzo medio dell’auto privata risulta ridotto.

Riassunto dello studio (in tedesco) 

Nell’estate del 2018 saranno pubblicati i nuovi risultati, questa volta tenendo conto anche dell’offerta Catch a Car nella città di Ginevra.

Car Sharing – Catch a Car


{{translation.caption}}:

In Svizzera il car sharing ha una lunga tradizione. La prima offerta di car sharing esisteva già nel 1948 con la Selbstfahrergemeinschaft di Zurigo. A tutt’oggi la Svizzera riveste un ruolo di pioniere. In nessun altro Paese al mondo esiste un’offerta di car sharing tanto capillare.

Un’iniziativa ancora recente è Catch a Car – la prima e unica offerta di car sharing con free floating della Svizzera. Catch a Car è stata lanciata a Basilea nell’estate del 2014. Dal novembre del 2016 l’offerta è presente anche a Ginevra. I membri registrati possono localizzare tramite smartphone o sito web le Catch Car disponibili e recarsi da una determinata località all’altra senza doverle prenotare. Le auto possono essere posteggiate entro un determinato perimetro in qualsiasi parcheggio pubblico in cui è valida la tessera parcheggio residenti.

Dal lancio nel 2014 SvizzeraEnergia è partner di Catch a Car. Per SvizzeraEnergia sono di grande interesse gli impatti di un’offerta di car sharing con free floating sul comportamento di mobilità, il consumo di energia e l’ambiente. L’Istituto per la pianificazione del traffico e i sistemi di trasporto del Politecnico federale di Zurigo sta conducendo per Catch a Car uno studio volto ad analizzare questi aspetti.

Anche se i primi risultati dello studio (in tedesco) rappresentano solo un’istantanea ancora un po’ prematura, essi consentono di delineare le prime tendenze ed evincere già conoscenze interessanti:

  • Fascia di clientela: Catch a Car attira prevalentemente persone giovani. La metà degli utenti rientra nella fascia di età fra i 18 e i 36 anni.
  • Utilizzo: le auto vengono utilizzate per brevi tragitti in ambito urbano. Di solito si ricorre al servizio Catch a Car quando non esistono buoni collegamenti con i mezzi di trasporto pubblici. Gli utenti di Catch a Car si spostano inoltre con i mezzi di trasporto pubblici con una frequenza superiore alla media.
  • Proprietà dell’automobile: una Catch Car sostituisce quattro auto private.
  • Impatto ecologico: grazie a Catch a Car l’utilizzo medio dell’auto privata risulta ridotto.

Riassunto dello studio (in tedesco) 

Nell’estate del 2018 saranno pubblicati i nuovi risultati, questa volta tenendo conto anche dell’offerta Catch a Car nella città di Ginevra.