Accordi sugli obiettivi

{{translation.caption}}:


Il programma SvizzeraEnergia si propone come obiettivo di contenere l’aumento del consumo di energia e le emissioni del gas a effetto serra CO2. Gli obiettivi che il Consiglio federale si è prefissato in ambito energetico e climatico possono essere raggiunti solo con la collaborazione di tutti i cittadini e in particolare delle imprese, in quanto il loro consumo energetico può essere spesso drasticamente ridotto adottando provvedimenti mirati.

Che cosa sono gli accordi sugli obiettivi e a cosa servono?

Gli accordi sugli obiettivi fra la Confederazione e le imprese sono uno strumento finalizzato ad aumentare l’efficienza energetica nelle imprese e a ridurre nel contempo le emissioni di CO2. Sono formulati su base volontaria o vincolante allo scopo di ottenere l’esenzione dalla tassa sul CO2.

Tutte le imprese interessate possono concludere con la Confederazione un accordo volontario sugli obiettivi, che può essere trasformato facilmente in un accordo sugli obiettivi per altri scopi. Quest’ultimo può essere utilizzato dalle imprese aventi diritto ad esempio per ottenere il rimborso del supplemento di rete (supplemento RIC). Un accordo volontario sugli obiettivi può anche servire da base per una proposta di obiettivo, al fine di ottenere l’esonero dalla tassa sul CO2.

Le imprese che non possono farsi esonerare dalla tassa sul CO2 possono richiedere dei certificati sulle prestazioni supplementari che esulano dai propri obiettivi, a condizione che rispettino determinate condizioni. Tali certificati possono essere ad esempio venduti agli importatori di carburanti fossili che sono tenuti a compensare le emissioni di CO2.

Oltre che per l’esonero dalla tassa sul CO2, gli accordi sugli obiettivi possono servire anche per attuare gli articoli cantonali concernenti i grandi consumatori o possono essere impiegati per ottenere un bonus d’efficienza o altre agevolazioni presso determinate aziende di erogazione elettrica o energetica. In ogni caso gli accordi sugli obiettivi sono uno strumento molto valido per ottimizzare il consumo energetico nell’impresa e di conseguenza i costi nell’impresa, a vantaggio non solo dell’ambiente, ma anche dell’impresa stessa.

Come vengono definiti gli obiettivi?

Gli obiettivi vengono elaborati e verificati in stretta collaborazione fra le imprese, la Confederazione e le organizzazioni incaricate da quest’ultima. Tutti i dettagli si trovano nella «Direttiva per gli accordi sugli obiettivi con la Confederazione allo scopo di aumentare l’efficienza energetica» (disponibile solo in tedesco e francese). Le organizzazioni incaricate dalla Confederazione – l’Agenzia Cleantech act e l'Agenzia dell’energia per l’economia AEnEC – mettono a disposizione vari modelli di accordi sugli obiettivi: le grandi imprese rilevano l’efficienza energetica e l’intensità di CO2 e utilizzano tali parametri come grandezze target. Le PMI definiscono un obiettivo di risparmio con processi produttivi semplici. Le misure e le grandezze target sono comunque orientate al potenziale economico dell’impresa.

L’Agenzia Act e l’AEnEC forniscono alle imprese la loro consulenza in materia di provvedimenti di miglioramento energetico e di procedura da seguire per redigere un accordo sugli obiettivi. Inoltre, mettono a disposizione strumenti standardizzati per il calcolo dei provvedimenti, per stilare gli accordi sugli obiettivi e per il monitoraggio. Se lo desiderano, varie imprese possono riunirsi in un gruppo, in modo da beneficiare di uno scambio di know-how in materia di efficienza energetica.

Accordi sugli obiettivi

{{translation.caption}}:


Il programma SvizzeraEnergia si propone come obiettivo di contenere l’aumento del consumo di energia e le emissioni del gas a effetto serra CO2. Gli obiettivi che il Consiglio federale si è prefissato in ambito energetico e climatico possono essere raggiunti solo con la collaborazione di tutti i cittadini e in particolare delle imprese, in quanto il loro consumo energetico può essere spesso drasticamente ridotto adottando provvedimenti mirati.

Che cosa sono gli accordi sugli obiettivi e a cosa servono?

Gli accordi sugli obiettivi fra la Confederazione e le imprese sono uno strumento finalizzato ad aumentare l’efficienza energetica nelle imprese e a ridurre nel contempo le emissioni di CO2. Sono formulati su base volontaria o vincolante allo scopo di ottenere l’esenzione dalla tassa sul CO2.

Tutte le imprese interessate possono concludere con la Confederazione un accordo volontario sugli obiettivi, che può essere trasformato facilmente in un accordo sugli obiettivi per altri scopi. Quest’ultimo può essere utilizzato dalle imprese aventi diritto ad esempio per ottenere il rimborso del supplemento di rete (supplemento RIC). Un accordo volontario sugli obiettivi può anche servire da base per una proposta di obiettivo, al fine di ottenere l’esonero dalla tassa sul CO2.

Le imprese che non possono farsi esonerare dalla tassa sul CO2 possono richiedere dei certificati sulle prestazioni supplementari che esulano dai propri obiettivi, a condizione che rispettino determinate condizioni. Tali certificati possono essere ad esempio venduti agli importatori di carburanti fossili che sono tenuti a compensare le emissioni di CO2.

Oltre che per l’esonero dalla tassa sul CO2, gli accordi sugli obiettivi possono servire anche per attuare gli articoli cantonali concernenti i grandi consumatori o possono essere impiegati per ottenere un bonus d’efficienza o altre agevolazioni presso determinate aziende di erogazione elettrica o energetica. In ogni caso gli accordi sugli obiettivi sono uno strumento molto valido per ottimizzare il consumo energetico nell’impresa e di conseguenza i costi nell’impresa, a vantaggio non solo dell’ambiente, ma anche dell’impresa stessa.

Come vengono definiti gli obiettivi?

Gli obiettivi vengono elaborati e verificati in stretta collaborazione fra le imprese, la Confederazione e le organizzazioni incaricate da quest’ultima. Tutti i dettagli si trovano nella «Direttiva per gli accordi sugli obiettivi con la Confederazione allo scopo di aumentare l’efficienza energetica» (disponibile solo in tedesco e francese). Le organizzazioni incaricate dalla Confederazione – l’Agenzia Cleantech act e l'Agenzia dell’energia per l’economia AEnEC – mettono a disposizione vari modelli di accordi sugli obiettivi: le grandi imprese rilevano l’efficienza energetica e l’intensità di CO2 e utilizzano tali parametri come grandezze target. Le PMI definiscono un obiettivo di risparmio con processi produttivi semplici. Le misure e le grandezze target sono comunque orientate al potenziale economico dell’impresa.

L’Agenzia Act e l’AEnEC forniscono alle imprese la loro consulenza in materia di provvedimenti di miglioramento energetico e di procedura da seguire per redigere un accordo sugli obiettivi. Inoltre, mettono a disposizione strumenti standardizzati per il calcolo dei provvedimenti, per stilare gli accordi sugli obiettivi e per il monitoraggio. Se lo desiderano, varie imprese possono riunirsi in un gruppo, in modo da beneficiare di uno scambio di know-how in materia di efficienza energetica.