Accensione del riscaldamento a distanza

{{translation.caption}}:


In Svizzera ci sono circa 700 000 abitazioni secondarie che restano vuote per più di 300 giorni all’anno. Molte di esse vengono riscaldate per l’intera stagione fredda. Eppure sarebbe molto semplice azionare a distanza il riscaldamento della propria casa per le vacanze solo quando serve. SvizzeraEnergia spiega come con la campagna «MakeHeatSimple».

«MakeHeatSimple» è la campagna con cui SvizzeraEnergia vuole incoraggiare i proprietari di abitazioni secondarie a dotare i propri sistemi di riscaldamento di un comando a distanza. Il potenziale di risparmio energetico è enorme, se si pensa che le 700 000 abitazioni secondarie presenti in tutto il Paese restano vuote per più di 300 giorni all’anno e che per lo più vengono riscaldate a oltre 15° per l’intera stagione fredda. Secondo uno studio dell’Ufficio federale dell’energia (UFE), con una migliore gestione del riscaldamento si potrebbero risparmiare circa 2200 gigawattora all’anno, vale a dire all’incirca 145 milioni di litri di gasolio, 39 milioni di metri cubi di gas naturale e 362 gigawattora di elettricità. Ciò equivale a circa il tre per cento del consumo annuo di energia finale da parte delle economie domestiche svizzere e a 608 000 tonnellate di emissioni di CO2 in tutto.

Installazione di un sistema a controllo remoto

Sarebbe bene installare un sistema a controllo remoto che consente di abbassare la temperatura in assenza degli inquilini e di accendere il riscaldamento il giorno prima del loro arrivo. Così facendo, il consumo di energia per il riscaldamento può essere ridotto del 30-60 per cento con un risparmio annuo di 200-800 franchi per un appartamento e di 500-1300 franchi per una casa unifamiliare. Normalmente installare un sistema del genere può costare dai 500 ai 2500 franchi. Il riscaldamento può essere controllato a distanza con un SMS, una telefonata o un’app e non c’è bisogno di scomodare il vicino per l'accensione dei termosifoni.

Sul portale www.MakeHeatSimple.ch troverai maggiori informazioni sull’installazione e sarai guidato nella scelta del sistema a controllo remoto che fa al caso tuo. Rispondendo ad alcune semplici domande, riceverai una proposta personalizzata, una possibile soluzione tagliata su misura per le esigenze del tuo appartamento o della tua casa per le vacanze, e ti verrà indicato a chi rivolgerti per realizzarla.

Fase sperimentale nel Vallese

La campagna pilota interesserà l’intero territorio del Cantone Vallese fino a fine marzo 2019, dopodiché verrà estesa a tutta la Svizzera per un periodo di quattro anni.

«MakeHeatSimple» è una campagna realizzata col sostegno di molti attori, tra cui il Cantone Vallese in qualità di partner, le associazioni di categoria suissetec, tec-bat e l’Associazione vallesana degli installatori elettrici, alcune associazioni mantello, Comuni, regioni e uffici turistici del Cantone Vallese.

Accensione del riscaldamento a distanza

In Svizzera ci sono circa 700 000 abitazioni secondarie che restano vuote per più di 300 giorni all’anno. Molte di esse vengono riscaldate per l’intera stagione fredda. Eppure sarebbe molto semplice azionare a distanza il riscaldamento della propria casa per le vacanze solo quando serve. SvizzeraEnergia spiega come con la campagna «MakeHeatSimple».

«MakeHeatSimple» è la campagna con cui SvizzeraEnergia vuole incoraggiare i proprietari di abitazioni secondarie a dotare i propri sistemi di riscaldamento di un comando a distanza. Il potenziale di risparmio energetico è enorme, se si pensa che le 700 000 abitazioni secondarie presenti in tutto il Paese restano vuote per più di 300 giorni all’anno e che per lo più vengono riscaldate a oltre 15° per l’intera stagione fredda. Secondo uno studio dell’Ufficio federale dell’energia (UFE), con una migliore gestione del riscaldamento si potrebbero risparmiare circa 2200 gigawattora all’anno, vale a dire all’incirca 145 milioni di litri di gasolio, 39 milioni di metri cubi di gas naturale e 362 gigawattora di elettricità. Ciò equivale a circa il tre per cento del consumo annuo di energia finale da parte delle economie domestiche svizzere e a 608 000 tonnellate di emissioni di CO2 in tutto.

Installazione di un sistema a controllo remoto

Sarebbe bene installare un sistema a controllo remoto che consente di abbassare la temperatura in assenza degli inquilini e di accendere il riscaldamento il giorno prima del loro arrivo. Così facendo, il consumo di energia per il riscaldamento può essere ridotto del 30-60 per cento con un risparmio annuo di 200-800 franchi per un appartamento e di 500-1300 franchi per una casa unifamiliare. Normalmente installare un sistema del genere può costare dai 500 ai 2500 franchi. Il riscaldamento può essere controllato a distanza con un SMS, una telefonata o un’app e non c’è bisogno di scomodare il vicino per l'accensione dei termosifoni.

Sul portale www.MakeHeatSimple.ch troverai maggiori informazioni sull’installazione e sarai guidato nella scelta del sistema a controllo remoto che fa al caso tuo. Rispondendo ad alcune semplici domande, riceverai una proposta personalizzata, una possibile soluzione tagliata su misura per le esigenze del tuo appartamento o della tua casa per le vacanze, e ti verrà indicato a chi rivolgerti per realizzarla.

Fase sperimentale nel Vallese

La campagna pilota interesserà l’intero territorio del Cantone Vallese fino a fine marzo 2019, dopodiché verrà estesa a tutta la Svizzera per un periodo di quattro anni.

«MakeHeatSimple» è una campagna realizzata col sostegno di molti attori, tra cui il Cantone Vallese in qualità di partner, le associazioni di categoria suissetec, tec-bat e l’Associazione vallesana degli installatori elettrici, alcune associazioni mantello, Comuni, regioni e uffici turistici del Cantone Vallese.


Utilizziamo cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile durante la navigazione sul nostro sito web. Continuando a navigare sul nostro sito web, ti dichiari d’accordo con le nostre disposizioni in materia di protezione dei dati.