Ecco come le PMI possono ridurre la propria bolletta dell’energia

14.6.2017

{{translation.caption}}:


Le piccole e medie imprese (PMI) in Svizzera potrebbero ridurre del 10-15% la propria bolletta dell’energia eseguendo dei semplici interventi. Da subito puoi contare sull’appoggio di PEIK, la piattaforma PMI per l’efficienza energetica.

Vai alla piattaforma PEIK qui

Circa 80 000 piccole e medie imprese (PMI) in Svizzera presentano un cospicuo consumo di energia. Ciascuna di esse consuma ogni anno da 100 000 a 500 000 chilowattora di corrente elettrica, equivalente al consumo di 20-100 economie domestiche.
A ciò si aggiungono da 500 000 a 5 milioni di chilowattora di energia termica (calore di riscaldamento e di processo) e oltre 10 000 litri di carburante.

In tutto ogni PMI spende per l’energia un importo compreso tra 20 000 e 300 000 franchi. Queste PMI potrebbero ridurre del 10-15% la propria bolletta dell’energia eseguendo semplici interventi e senza dover operare grandi investimenti.

Una soluzione adatta a ogni esigenza

Un buon motivo, dunque, per fare analizzare il potenziale di risparmio energetico e decidere poi se e quali misure adottare ai fini del risparmio.

La piattaforma PEIK offre la soluzione giusta per ogni esigenza. Le PMI decidono da sole se usufruire solo della consulenza gratuita telefonica o online, oppure se avvalersi di una consulenza approfondita in materia energetica sul posto oppure, ancora, se vogliono essere accompagnati anche durante l’attuazione degli interventi. SvizzeraEnergia fornisce inoltre un appoggio finanziario per la consulenza in materia energetica e per la consulenza in materia di attuazione.