Queste imprese li hanno messi in atto

{{translation.caption}}:


Le imprese svizzere puntano sull’efficienza. Questi esempi mostrano gli impatti individuali che possono avere i provvedimenti volti a migliorare l’efficienza energetica e come essi comportino anche altri effetti positivi per le imprese, oltre alla mera riduzione del consumo di corrente elettrica.

 

Più efficienza con la virtualizzazione:

  • Nel 2011 la Coop ha virtualizzato i suoi sistemi server Unix.
  • Così facendo, il consumo di corrente elettrica dei server Unix è stato ridotto di oltre l’80 per cento, passando da 151 kW a 25 kW.
  • Le apparecchiature più piccole vantano un grado di virtualizzazione di 1:20 e i grandi server raggiungono un grado di virtualizzazione superiore a 1:80.
  • La Coop arriva ora a un grado di utilizzazione medio dei server pari al 50-70 per cento. Prima della virtualizzazione il valore si aggirava attorno al 20 per cento.
 «La virtualizzazione ci fa risparmiare costi di manuten-zione e di esercizio grazie a una migliore utilizzazione dell’hardware. Inoltre la disponibilità dei sistemi virtuali è molto più rapida».
Christoph Kalt, responsabile dell’architettura informatica presso la Coop
 

 

La Coop elabora i propri dati in due centri di calcolo a Basilea e a Berna, su una superfi-cie totale di 670 m2. Per il raffrescamento degli impianti la Coop punta sul free cooling (a Basilea) e sul riutilizzo del calore residuo (a Berna). Per la memorizzazione dei dati l’impresa utilizza in gran parte memorie flash/SSD.

 

 

Risparmio di spazio ed elettricità grazie all’esternalizzazione

  • La compagnia di assicurazioni ÖKK si è trasferita nel 2012 nella sua nuova sede centrale a Landquart/GR. 
  • Grazie all’adozione di nuove tecnologie, alla virtualizzazione e all’esternalizzazione è stato possibile ridurre il numero di rack da 14 a 4.
  • I server inhouse sono utilizzati innanzitutto per gli applicativi Office e di preventivazione usati dai dipendenti presso la sede centrale e nelle agenzie.
  • La nuova sala server viene raffrescata con il free cooling. A tale scopo ci si serve di uno scambiatore di calore che cede il calore dell’aria in uscita all’acqua di falda e di un radiatore evaporatore installato sul tetto.
  • Nel nuovo edificio la ÖKK necessita di molto meno spazio per l’infrastruttura e dunque di meno energia per l’esercizio e il raffrescamento dell’infrastruttura IT. ((Zitat)) «Affidiamo una gran parte della nostra infrastruttura server a professionisti e così possiamo concentrarci pienamente sul nostro business operativo». Erwin Dahinden, responsabile dell’architettura informatica presso la ÖKK
 

«Grazie alla virtualizzazione coerente, ad un bisogno di spazio ridotto e al Free Cooling, necessitiamo di molta meno energia per le nostre attività operative e per raffreddare la nostra sala server.»
Martin Stalder, responsabile IT e logistica e membro del comitato esecutivo

 

 

 

ÖKK si trova ad affrontare, tra l'altro, la sfida che i requisiti dei centri di calcolo sono molto più alti in autunno rispetto al resto dell'anno a causa delle richieste di offerta per le polizze delle casse malati. Ciò porta ad un utilizzo non ottimale dei server e dei sistemi di raffreddamento. Perciò ÖKK ha esternalizzato una notevole parte dell'energia richiesta dai centri di calcolo.

 

 

 Montreux Jazz Festival raffresca con l’acqua del lago

  • La sala server presso il Centro congressi 2m2c consente lo svolgimento dei più svariate eventi nella sala multifunzionale dell’edificio.
  • La separazione delle zone calde da quelle fredde ha migliorato enormemente l’efficacia dell’impianto di condizionamento.
  • I condizionatori sono collocati accanto e tra i rack e raffrescano le apparecchiature direttamente laddove generano calore.
  • Al posto dello scambio dell’acqua fredda per i climatizzatori, CR-Network punta sul raffrescamento con l’acqua del lago
  • Con gli interventi attuati in favore dell’efficienza energetica è stato possibile ridurre del 40% i costi energetici del data center.
 «Grazie al consolidamento della nuova sala server, l’infrastruttura è diventata ancora più performante ed ener-geticamente efficiente».
Cédric Rolli, CR-Network
 

 

Nell’ambito degli interventi di rinno-vamento e ammodernamento dell’ICT del Centro congressi ed eventi 2m2c, l’infrastruttura server è stata consoli-data e allestita ex novo dalla CR-Network. L’infrastruttura è coadiuvata da un sistema di misurazione che, oltre a emettere allarmi, consente anche un monitoraggio permanente.

Queste imprese li hanno messi in atto

{{translation.caption}}:


Le imprese svizzere puntano sull’efficienza. Questi esempi mostrano gli impatti individuali che possono avere i provvedimenti volti a migliorare l’efficienza energetica e come essi comportino anche altri effetti positivi per le imprese, oltre alla mera riduzione del consumo di corrente elettrica.

 

Più efficienza con la virtualizzazione:

  • Nel 2011 la Coop ha virtualizzato i suoi sistemi server Unix.
  • Così facendo, il consumo di corrente elettrica dei server Unix è stato ridotto di oltre l’80 per cento, passando da 151 kW a 25 kW.
  • Le apparecchiature più piccole vantano un grado di virtualizzazione di 1:20 e i grandi server raggiungono un grado di virtualizzazione superiore a 1:80.
  • La Coop arriva ora a un grado di utilizzazione medio dei server pari al 50-70 per cento. Prima della virtualizzazione il valore si aggirava attorno al 20 per cento.
 «La virtualizzazione ci fa risparmiare costi di manuten-zione e di esercizio grazie a una migliore utilizzazione dell’hardware. Inoltre la disponibilità dei sistemi virtuali è molto più rapida».
Christoph Kalt, responsabile dell’architettura informatica presso la Coop
 

 

La Coop elabora i propri dati in due centri di calcolo a Basilea e a Berna, su una superfi-cie totale di 670 m2. Per il raffrescamento degli impianti la Coop punta sul free cooling (a Basilea) e sul riutilizzo del calore residuo (a Berna). Per la memorizzazione dei dati l’impresa utilizza in gran parte memorie flash/SSD.

 

 

Risparmio di spazio ed elettricità grazie all’esternalizzazione

  • La compagnia di assicurazioni ÖKK si è trasferita nel 2012 nella sua nuova sede centrale a Landquart/GR. 
  • Grazie all’adozione di nuove tecnologie, alla virtualizzazione e all’esternalizzazione è stato possibile ridurre il numero di rack da 14 a 4.
  • I server inhouse sono utilizzati innanzitutto per gli applicativi Office e di preventivazione usati dai dipendenti presso la sede centrale e nelle agenzie.
  • La nuova sala server viene raffrescata con il free cooling. A tale scopo ci si serve di uno scambiatore di calore che cede il calore dell’aria in uscita all’acqua di falda e di un radiatore evaporatore installato sul tetto.
  • Nel nuovo edificio la ÖKK necessita di molto meno spazio per l’infrastruttura e dunque di meno energia per l’esercizio e il raffrescamento dell’infrastruttura IT. ((Zitat)) «Affidiamo una gran parte della nostra infrastruttura server a professionisti e così possiamo concentrarci pienamente sul nostro business operativo». Erwin Dahinden, responsabile dell’architettura informatica presso la ÖKK
 

«Grazie alla virtualizzazione coerente, ad un bisogno di spazio ridotto e al Free Cooling, necessitiamo di molta meno energia per le nostre attività operative e per raffreddare la nostra sala server.»
Martin Stalder, responsabile IT e logistica e membro del comitato esecutivo

 

 

 

ÖKK si trova ad affrontare, tra l'altro, la sfida che i requisiti dei centri di calcolo sono molto più alti in autunno rispetto al resto dell'anno a causa delle richieste di offerta per le polizze delle casse malati. Ciò porta ad un utilizzo non ottimale dei server e dei sistemi di raffreddamento. Perciò ÖKK ha esternalizzato una notevole parte dell'energia richiesta dai centri di calcolo.

 

 

 Montreux Jazz Festival raffresca con l’acqua del lago

  • La sala server presso il Centro congressi 2m2c consente lo svolgimento dei più svariate eventi nella sala multifunzionale dell’edificio.
  • La separazione delle zone calde da quelle fredde ha migliorato enormemente l’efficacia dell’impianto di condizionamento.
  • I condizionatori sono collocati accanto e tra i rack e raffrescano le apparecchiature direttamente laddove generano calore.
  • Al posto dello scambio dell’acqua fredda per i climatizzatori, CR-Network punta sul raffrescamento con l’acqua del lago
  • Con gli interventi attuati in favore dell’efficienza energetica è stato possibile ridurre del 40% i costi energetici del data center.
 «Grazie al consolidamento della nuova sala server, l’infrastruttura è diventata ancora più performante ed ener-geticamente efficiente».
Cédric Rolli, CR-Network
 

 

Nell’ambito degli interventi di rinno-vamento e ammodernamento dell’ICT del Centro congressi ed eventi 2m2c, l’infrastruttura server è stata consoli-data e allestita ex novo dalla CR-Network. L’infrastruttura è coadiuvata da un sistema di misurazione che, oltre a emettere allarmi, consente anche un monitoraggio permanente.